Archivio

Posts Tagged ‘le invasioni barbariche’

Le Invasioni Barbariche (4 Febbraio 2011) ospiti Michele Emiliano, Alessio Vinci e Giorgio Faletti!

febbraio 4, 2011 Lascia un commento

Il modello della ragazza facile 

(…)Diciamo la verità, la situazione negli ultimi tempi è mutata in maniera radicale, per fortuna anche voi avete smesso di bramare una corte sfrenata e avete capito che fosse il momento di mettersi a caccia e così non capita di rado che una ragazza durante una serata tra amici renda subito evidente un suo interessemento nei tuoi confronti, aspetto molto interessante nella teoria dell’approccio all’altro sesso, rispetto alle difficoltà dell’ermetica personalità che delle volte vi contraddistingue, dove solo i più coraggiosi si addentrano in un approccio mentre la maggior parte è li a trastullarsi se fare o meno la fatidica avanché e continuerà a trastullarsi anche il giorno dopo fino a quando altri pensieri non offuscheranno la mente (…)

 

Dopo la pausa per le festività natalizie, da noi un po’ prolungata, torna l’appuntamento con Le Invasioni Barbariche su 2Side, come sempre alle 21.10 su La7 ogni venerdì sera.

Questa settimana Daria ospiterà alla sua temuta scrivania:

  • Michele Emiliano, sindaco discusso e ammirato di Bari;
  • Alessio Vinci, giornalista della seconda serata di Canale 5 con Matrix;
  • Giorgio Faletti, attore, scrittore, nonché pittore.

Nei Talk ci saranno…

Annunci

Le Invasioni Barbariche (5 Novembre 2010) e i suoi Ospiti: Ferruccio De Bortoli, Alessandro Piperno e Enrico Brignano!

novembre 5, 2010 1 commento

E’ Venerdì e per chiudere la settimana e aprire un week-end di goliardia ripartono le Invasioni Barbariche, un tandem di tre ore che ci terrà incollati davanti alla tv per 3 ore…appuntamento alle 21.10 su La7 con Daria Bignardi!

Questa sera Daria Bignardi intervisterà…

  • Ferruccio De Bortoli, giornalista e direttore del Corriere della Sera;
  • Alessandro Piperno, scrittore in libreria con Persecuzione;
  • Enrico Brignano, attore comico.
  • Nei talk interverranno  Paola Maugeri, Matteo Bordone, Fiammetta Cicogna, Emilio Fede, Ivan Scalfarotto, Sebastiano Messina, Filippo Ongaro, Giacomo Cretti, Mama Marjas.

    Come sempre non mancherà la Barbarica…mente di Michela Murgia e le canzoni di Morgan!

Rivedi le Interviste di Daria Bignardi su 2Side! Intervista a Fabio Volo!

Le Invasioni Barbariche (22 Ottobre 2010)…e i suoi Ospiti: Ignazio La Russa, Claudia Pandolfi e Javier Zanetti. Mauro Corona e torna Morgan!

ottobre 22, 2010 Lascia un commento

E’ venerdì e tornano le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi come sempre su La7 alle 21.10.

Questa sera le tre interviste coinvolgeranno:

  • Ignazio La Russa, ministro italiano della Difesa;
  • Claudia Pandolfi, attrice tv e al cinema con Figli delle Stelle;
  • Javier Zanetti, capo-storico dell’Inter.

A seguire un confronto tra Riccardo Iacona, gironalista tv con PresaDiretta alla domenica sera su Rai3 e Gianluigi Gianuzzi, giornalista di Libero. Subito dopo nel secondo talk si parlerà di abuso di psicofarmaci, un abuso trasversale ma che coinvolge sempre di più le donne, a parlarne, guidati da Daria Bignardi, Linus, Mauro Corona, Tata May, Laura Bellodi e Chiara Francini.
Infine questa settimana torna Morgan!

RIVEDI LE INTERVISTE BARBARICHE Più BELLE SU 2SIDE!

Le Invasioni Barbariche (15 Ottobre 2010)…e i suoi Ospiti: Giovanni Floris, Chiellini e i Club Dogo!

ottobre 15, 2010 Lascia un commento

Torna la lente d’ingrandimento di SecondSide sul talk-show di Daria Bignardi, Le Invasioni Barbariche, che riconquista il suo posto a La7 come al solito al venerdì sera a partire dalle 21.10.

Come sempre tre interviste e due talk di approfondimento su temi di attualità… scopriamo gli ospiti!
I tre intervistati sono…

  • Giovanni Floris, giornalista e autore di Ballarò;
  • Giorgio Chiellini, calciatore della Nazionale e della Juventus;
  • Veronica Pivetti, attrice di televisione e teatro.

Nei talk si parlerà di musica e ragazzi con i Club Dogo, appena usciti con il nuovo ultimo album Che bello essere noi e già secondi in classifica, e poi si parlerà di Pop Porno, il porno sembra dilagare e penetrare nella quotidianità come non mai! In studio anche Barbara Bouchet, Matteo Bordone, Alessandra Faiella, Alessandro D’Avenia e Alessia Donati.
Ovviamente tornerà anche Morgan!

Guarda Qui Le interviste o l’intera puntata

Buona Visione

La scuola secondo me:stipendi doppi agli insegnanti. Daria Bignardi #7

settembre 3, 2008 Lascia un commento

Questa settimana Daria Bignardi parla, dalle pagine di Vanity Fair, di scuola: argomento molto discusso negli ultimi giorni grazie alle proposte del nuovo ministro Mariastella Gelmini e maggiormente perché, anche se noi ragazzi stentiamo a crederlo, essa rappresenta la vera possibilità di formazione della società futura.

Inoltre questa settimana ha avuto inizio il campionato di calcio e quindi mai più opportuna sarebbe l’intervista a Luciano Moggi, una delle più divertenti: la Bignardi lo ha bastonato definendolo persino un mafioso…da non perdere!

Buona visione…

Vodpod videos no longer available.

mercoledì, 03 settembre 2008

La scuola secondo me: stipendi doppi agli insegnanti

E poi laurea obbligatoria, e seri corsi di formazione: una risposta alla riforma del ministro Gelmini

Il ministro Mariastella Gelmini ha gioco facile con noi nati negli anni Sessanta. Uè, Mariastèlla: ci parla di rimettere il grembiule, di tornare ai voti al posto dei giudizi, di ripristinare la bocciatura per cattiva condotta, di iniziare la scuola dopo la metà di settembre, e noi figli di Carosello siamo tutti contenti perché ci sembra di tornar bambini. Si figuri che in prima elementare io scrivevo ancora col pennino e l’inchiostro. E avevo tutti dieci, tranne in ginnastica.
Il mio fantastico maestro Eros Benetti, acceso socialista, portava in classe il televisore il giorno dell’elezione del presidente della Repubblica. E ci fumava in faccia un pacchetto di Nazionali senza filtro al giorno. Quando diceva a qualcuno che «era stupido come l’oca del falegname, che stava in Po e andava a casa a bere», nessuno si offendeva. Il maestro non si discuteva, come oggi solo la squadra del cuore: era figo e basta, nonostante la pelata, il doppiomento e le lenti spesse come fondi di bottiglia.
Però non basta tornare indietro per andare avanti. Non basterà rispolverare le tabelline e imparare Il sabato del villaggio a memoria per risolvere i problemi della scuola, che sono drammaticamente urgenti. La proposta del maestro unico fa suonare un campanello d’allarme, anzi una sirena. Non è che il grembiulino serve a coprire una realtà inaccettabile di gravi tagli alla scuola?
Io voglio credere alla sua buona fede, e pazienza per la sua professoressa siciliana che si è risentita: lei non voleva discriminare quando ha parlato di insegnanti del Nord e del Sud, ma solo segnalare situazioni critiche, vero? Da tempo ho fatto il fioretto di non credere alle dietrologie: ma la posta in gioco, se parliamo di scuola, è troppo alta. La scuola è la vita e il futuro. Non si possono accettare pastrocchi sulla testa dei nostri figli, tanto per citare il presidente che tanto la stima. Se lei è determinata come dicono, cerchi di trovare il modo di aiutarla davvero, questa scuola massacrata dalle riforme cretine e soprattutto dalla mancanza di investimenti e di visione.
La scuola non è più il luogo dove si apprende, ma un enorme parcheggio dove succede qualsiasi cosa. Qualche eroico insegnante preparato e motivato ancora resiste, e bisognerebbe dargli la medaglia come alle Olimpiadi, altro che bacchettarlo e licenziarlo. Visto che in Italia in fatto di scuola da decenni il primo che passa dice la sua, le butto lì anch’io un paio di cose che potrebbe fare, signora ministro.

Leggi tutto…

C’è un “CONTAGIO” e siamo tutti in pericolo. Daria Bignardi#4

agosto 11, 2008 Lascia un commento

Questa settimana Daria Bgnardi, sempre dalle pagine di Vanity Fair, da un consiglio per le letture estive, estate che ormai è quasi al termine:”Il Contagio” di Walter Siti.

Intanto l’intervista sulle righe di Paola Barale, prossima alla Talpa, e il suo fidanzato Raz Degan. Buona visione…

Vodpod videos no longer available.

C’è un Contagio e siamo tutti in pericolo

È il libro dell’anno. E aiuta a capire un’estate di droga, di stupri, di morte

C’è un libro che non riesco a togliermi dalla testa. L’ho letto da mesi ormai, ma è il libro dell’anno, secondo me, e non ha avuto il successo che meritava. Molti hanno scritto, anche su questo giornale, che è un libro bellissimo, ma continuo a non vederlo tra le mani delle ragazze giovani e vecchie sedute al sole su un prato, sulla sabbia o sulle rocce, quest’estate.
Le ragazze sono le uniche persone che leggono, ma hanno tutte nella borsa La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano. Un bel libro. Ma Il contagio è un libro eccezionale. Forse non è un libro da donne, forse non è un libro da vacanze, eppure è un romanzo che toglie il fiato. Il contagio di Walter Siti ti fa capire, anche se non hai mai provato la cocaina in vita tua, perché in un’isola greca una sera d’estate quattro buttafuori uccidono a sprangate un giovane australiano; perché un barista in Spagna ammazza all’alba una ragazza che non ci sta; perché una notte un gruppo di studenti fiorentini in branco ne violentano un’altra. Droga. Esaltazione. Assenza di emozioni normali. Sballo.
Sto esagerando, lo so. E criminalizzando. La violenza c’è sempre stata, e anche la droga. Ma mai così, temo. Mai così di massa, mai così scontata, mai così ovunque. Mai così radicata tra i giovani come un’abitudine, un divertimento imprescindibile. Essere fuori di testa è diventato un appuntamento normale. E la droga vuol dire indifferenza, disperazione, assenza di sogni e di futuro.
Nel Contagio ci sono i giovani di borgata, che non sono più quelli di Pasolini, ben conosciuti e studiati dal professor Siti che dei Meridiani di Pasolini è il curatore. Oggi nelle borgate raccontate da Walter Siti, che le ha frequentate molto intimamente, si va in palestra, si guida la Mercedes classe A, ci si veste firmato. I soldi si fanno con i traffici di droga, con le marchette, con pasticci vari ma in qualche modo si trovano. E tutto sembra normale: si è disperati senza saperlo.

Leggi tutto…

Il terzo incomodo tra noi e i nostri uomini. Daria Bignardi#2

luglio 25, 2008 Lascia un commento

Questa settimana, in vista del Congresso del Partito Comunista che domani eleggerà il suo nuovo rappresentante, ho scelto l’intervista Barbarica a uno dei due candidati, Nichi Vendola, Presidente della regione Puglia.

Vodpod videos no longer available.

Segue il commento, tratto dalle pagine di Vanity Fair, sul nuovo oggetto del desiderio l’I-Phone!

mercoledì, 23 luglio 2008

Il terzo incomodo tra noi e i nostri uomini

È l’iPhone, il nuovo oggetto del desiderio, che i maschi non lasciano mai. Nemmeno di notte

“Prendete un uomo tra i 15 e i 45 anni e portatelo in una stanza dove da un lato siede una ragazza bellissima e sull’altro lato c’è un iPhone appoggiato su un tavolo. Potete scommetterci che novantanove su cento dei maschi in questione si precipiteranno sull’iPhone come naufraghi riarsi su una fontana di acqua fresca, e cominceranno a gingillarcisi con un sorriso beato che escluderà totalmente la ragazza dalla loro visuale. Probabilmente non ricorderanno mai d’averla intravista, tale sarà l’emozione di aver messo finalmente le mani sul vero oggetto del loro desiderio più urgente: il nuovo iPhone trionfalmente arrivato dagli States.

Leggi tutto…