X Factor (9 Novembre 2010).Kymera vs Stefano. Tornano Ventura e Morgan sul luogo del delitto!

novembre 10, 2010 1 commento

Abbiamo lasciato per qualche settimana il nostro appuntamento fisso con X Factor e torniamo con una gara stravolta, tirando le somme sul palco non ritroviamo più due meteore di questa edizione, l’ammiccante Dami di Mara Maionchi e la brava e sfortunata Marika di Lady Tata che dopo un periodo di pensionamento forzato è tornata a lavoro solo per una settimana…mentre sabato scorso ha abbandonato la gara uno dei pupilli di questa edizione, il piccolo Ruggero: quindi Mara Maionchi è rimasta in gara con Davide Mogavero e Stefano Filipponi, Elio è a pari merito con Nathalie Giannitrapi e Nevruz Joku, mentre Enrico Ruggeri si difende con i Kymera…da qui si riparte!

Ma 2Side non è l’unico a tornare sul luogo del delitto, insieme a noi tornano su quel anche tre vecchie glorie del passato di X Factor…Simona Ventura, Claudia Mori e l’atteso Pirata Morgan…che dai lidi de La7, barbarico con la Bignardi, ritorna sul luogo del delitto!

Ma partiamo subito con la gara che ormai è pronta per tagliare il traguardo…solo la semifinale ci divide dal decretare il quarto vincitore di XFactor, solo tra due settimane!

  • Si parte con Davide Mogavero che, è ufficiale, è un mio preferito…prima con In the name of love degli U2 poi con Sally di Vasco Rossi la caratura delle sue esibizioni resta sempre molto alta, specialmente nella seconda regalando una versione intimista più alla Fiorella Mannoia che alla Vasco Rossi, tutto solo a 17 anni. Buona la presenza scenica che dimostra maturità artistica degna di una pronta pop-star!
  • Si passa all’altro pezzo da novanta di questa edizione, Nevruz, che si ama o si odia, ma che non lascia indifferente, in realtà c’è anche chi ha pensieri più omogenei come il sotto scritto, lui è sempre sull’orlo del baratro o dell’apoteosi e alcune volte per me ha svettato verso l’apoteosi (Se telefonando),altre volte è caduto rovinosamente! Questa sera ha proposto Pigro di Ivan Graziani e Home dei Depeche Mode; bella la versione di Home accompagnata da Morgan.
  • Altro pilastro di XFactor sono i Kymera, sdoganati dalla Tatangelo come la prima coppia gay della musica italiana, hanno subito fatto parlare per la loro vita privata, ma per fortuna hanno dimostrato con il tempo che l’affinità non è solo sentimentale ma anche canora regalando performance all’altezza del talent. Sicuramente l’unico gruppo degno di nota quest’anno, forse fin troppo una versione maschile delle Yavanna per me, ma ne è valsa la pena averli in gara. Stasera cantano She di Elvis Costello.
  • Si passa a Nathalie, una di quelle concorrenti che usano l’effetto disel, partono in sordina e con difficoltà, sicuramente non hanno tutte le carte per vincere il programma televisivo, ma alla lunga centrano il proprio obiettivo: che Nathalie possa essere una nuova Noemi? Sicuramente il percorso travagliato è molto simile e la bravura della ragazza è degna di Noemi, non che la chioma rossa comune. Questa sera ha cantato Under the Bridge dei Red Hot Chilli Peppers e Blue di Joni Mitchell.
  • Si chiude con Stefano, lui rappresenta il concorrente più criticato di questa edizione, in lui sono evidenti grossi limiti e spesso si palesano rovinosamente, ma nelle sue esibizioni è evidente una capacità emotiva innata che colpisce, bisogna decidere se questo basti a una pop star, buona la prima esibizione della serata, A mano a mano di Riccardo Cocciante, meno convincente in Non arrossire di Giorgio Gaber.

La gara questa sera prevedeva due manche, la prima che vedeva i cinque cantanti scontrasi in un tutto contro tutti e un conseguente primo televoto, seguito da una seconda manche con i restanti quattro cantanti in gara accompagnati dal piano da Morgan!

Continua A Leggere su 2Side

Le Invasioni Barbariche (5 Novembre 2010) e i suoi Ospiti: Ferruccio De Bortoli, Alessandro Piperno e Enrico Brignano!

novembre 5, 2010 1 commento

E’ Venerdì e per chiudere la settimana e aprire un week-end di goliardia ripartono le Invasioni Barbariche, un tandem di tre ore che ci terrà incollati davanti alla tv per 3 ore…appuntamento alle 21.10 su La7 con Daria Bignardi!

Questa sera Daria Bignardi intervisterà…

  • Ferruccio De Bortoli, giornalista e direttore del Corriere della Sera;
  • Alessandro Piperno, scrittore in libreria con Persecuzione;
  • Enrico Brignano, attore comico.
  • Nei talk interverranno  Paola Maugeri, Matteo Bordone, Fiammetta Cicogna, Emilio Fede, Ivan Scalfarotto, Sebastiano Messina, Filippo Ongaro, Giacomo Cretti, Mama Marjas.

    Come sempre non mancherà la Barbarica…mente di Michela Murgia e le canzoni di Morgan!

Rivedi le Interviste di Daria Bignardi su 2Side! Intervista a Fabio Volo!

Tokidoki: l’Anime Pret-a-Porter!

ottobre 24, 2010 5 commenti

E’ sicuramente uno dei marchi più innovativi del nuovo millenio, Tokidoki non l’ho trovate alle settimane milanesi, parigine o new-yorkesi, eppure vanta collaborazioni con Karl Lagerfield!

Tokidoki nasce dal genio artistico di Simone Legno e dal senso degli affari Pooneh Mohajer e Ivan Arnold che visti i lavori del ragazzo sul suo sito l’hanno invitato ad abbandonare Roma per Los Angels e cominciare una collaborazione con loro e mai scelta fu più felice per il ragazzo. Ora Simone ogni stagione propone una mini-collezione basata su proposte molto sportive e che incontrano il gusto degli adolescenti impreziosendoli con i suoi disegni creati da una tavolozza molto colorata: dalle t-shirt, alle felpe, sia passa alle scarpe, alle borse e agli occhiali.

Ecco alcune proposte per lui…

E per Lei…

Altre Novità Tokidoki!

Le Invasioni Barbariche (22 Ottobre 2010)…e i suoi Ospiti: Ignazio La Russa, Claudia Pandolfi e Javier Zanetti. Mauro Corona e torna Morgan!

ottobre 22, 2010 Lascia un commento

E’ venerdì e tornano le Invasioni Barbariche di Daria Bignardi come sempre su La7 alle 21.10.

Questa sera le tre interviste coinvolgeranno:

  • Ignazio La Russa, ministro italiano della Difesa;
  • Claudia Pandolfi, attrice tv e al cinema con Figli delle Stelle;
  • Javier Zanetti, capo-storico dell’Inter.

A seguire un confronto tra Riccardo Iacona, gironalista tv con PresaDiretta alla domenica sera su Rai3 e Gianluigi Gianuzzi, giornalista di Libero. Subito dopo nel secondo talk si parlerà di abuso di psicofarmaci, un abuso trasversale ma che coinvolge sempre di più le donne, a parlarne, guidati da Daria Bignardi, Linus, Mauro Corona, Tata May, Laura Bellodi e Chiara Francini.
Infine questa settimana torna Morgan!

RIVEDI LE INTERVISTE BARBARICHE Più BELLE SU 2SIDE!

Sesso Orale e Tumore della Bocca, non più una leggenda metropolitana!

ottobre 20, 2010 Lascia un commento

Sulla sessualità spesso ne hanno sparate tante pur di tenere i bollenti spiriti sedati, ma il sesso si sa è uno dei vizi a cui difficilmente si potrebbe rinunciare non fosse altro per i suoi affermati benefici psico-fisici e non ci sono leggende metropolitane che ci scoraggino, nemmeno la paura di diventar cechi divertendosi un po’.Ma se il sesso è portatore di tanto piacere, spesso proprio dietro i piaceri si nascondono le insidie, e su malattie veneree e AIDS è proprio il momento di smettere di scherzare.
Ma non solo le malattie veneree si nascondono dietro un’incontro disattento, infatti uno studio del Cancer Research UK ha pubblicato uno studio che vede in netta crescita la diffusione del papilloma virus umano (HPV) già principale causa del tumore al collo del utero, ora ritenuto responsabile anche della diffusione del tumore alla bocca; tale patologia interessa i tessuti della lingua o delle labbra e, se fino ad ora le cause maggiori erano ritenute il fumo e l’abuso di alcool, ora risulta evidente che a favorirne la diffusione sia sopratutto il sesso orale poco attento, e non si parla di pochi casi isolati ma di ben 1.800 vittime solo in Inghilterra ogni anno.I dati sono chiari! Esponenzialmente crescono: aumento oltre il 50% tra gli uomini negli ultimi vent’anni e del 3% negli ultimi 12 mesi tra le donne, ovviamente il rapporto sottolinea come siano più a rischio coloro che hanno un maggior numero di rapporti con partner differenti.

CONTINUA A LEGGERE

X Factor (19 Ottobre 2010) Sfida ai vertici con Cassandra e Ruggero al ballottaggio, eliminata Cassandra…salvo Ruggeri!

ottobre 20, 2010 4 commenti

Si consuma il settimo capitolo della saga di X Factor, la sfida per fortuna si fa più emozionante e l’attenzione sale intorno ai nostri cantanti. Anna Tatangelo è pronta a sfoderare le sue vere opinioni verso tutti i cantanti dopo aver perso l’ultima sua cantante, Dorina. Mara Maionchi è in vetta con ben quattro cantanti e anche Elio mantiene, Enrico Ruggeri invece teme la sorte capitata alla giovane collega con i Kymera a un passo dalla fossa!
Ma partiamo subito con la gara, dopo un’interpretazione di Dorina ormai tatangelizzata con il brano che lanciò a Sanremo il suo giudice, che dire dal hard-rock alla Tatangelo, almeno ad X Factor, il passo è breve!Inizia la gara il cantante più messo in discussione quest’anno, Stefano Filipponi che si cimenta in Eppure Sentire di Elisa, a detta di tutti i giudici il cantante riesce a confezionare una buona performance ma evidentemente non più all’altezza della gara, Mara con un po’ d’imbarazzo cerca di difendere il suo ragazzo. Tocca a Cassandra con Ricomincio da qui di Malika, qui i giudici sembrano tutti concordi dando un giudizio positivo, questa volta la ragazza è ancora promossa, vedremo se la promuoverà anche il pubblico. Tocca ancora ad un cantante di Mara, Davide Mogavero è dato per un papabile vincitore, Elio è entusiasta del ragazzo, seppure sia un insidioso avversario e gli augura un’accurata scelta dell’inedito, la fine è vicina! Effettivamente Davide con Parlami d’amore riesce a dare una performance personale e di buon livello dal punto di vista dell’intonazione.Chiudono i Kymera prima del momento marketta, con una reinterpretazione di Non me lo spiegare di Tiziano Ferro, giusto tributo dopo le ultime rivelazioni del cantante!

Continua a Leggere su 2Side

Università. Se anche Napolitano è preoccupato come noi studenti!

ottobre 18, 2010 1 commento

I tormenti nelle università italiane si fanno sentire un po’ ovunque, non c’è amico contattato, sparso in un qualsiasi posto dell’Italia, che non lamenti ritardi nell’inizio delle lezioni, sospensioni di alcuni corsi e scioperi che continuino a bloccare il normale svolgimento dell’anno accademico. Se la protesta nei confronti della scuola, dell’università e della ricerca non ha mai smesso di tingersi delle idee e delle ideologie politiche, questi mesi però sembrano che non si possa fare a meno di manifestare il disagio ormai tangibile dell’istruzione pubblica, che difficilmente potrà essere dissimulato con barzellette per quanto è palesemente evidente!

Se fino a qualche anno fa il degrado dell’istruzione pubblica risultava evidente, gli ingranaggi del sistema scuola comuque continuavano a funzionare per un costante lavorio di unzione degli stessi con continue ma misere risorse che permettevano al sistema di non slatare, e di non dimostrare la sua struttura obsoleta ed inaddeguata. Ma ora l’olio è finito e gli ingranaggi hanno cominciato a stridere in maniera terribile coprendo le false sirene che oscuravano la verità, una verità che strizza sempre più l’occhio al privato affondando il diritto pubblico alla conoscenza che ci rende liberi. Scorrendo le cronache pare evidente come la tanto vituperata riforma Gelmini nei suoi intenti trovasse anche un riscontro bi-partisan che cercava di ridefinire le risorse seppur ridimensionandole, ma ancora una volta il veto di Tremonti ha bloccato tutto, perché in un momento così difficile trovare del denaro da investire è molto difficile, ancora più l’istruzione si inabissa nelle priorità di uno Stato se chi ci governa ritiene che non si viva di cultura, ma di paneeppure nel resto d’Europa tutti gli Stati hanno deciso di ripartire proprio dall’Istruzione e dalla ricerca per affrontare la crisi…e sono ripartiti mentre noi restiamo inermi!

Trovare parole rassicuranti provenienti da bocche sincere pare ormai impossibile, anche il presidente Napolitano durante il saluto alla cerimoniadei 2oo anni della Scuola Normale di Pisa ha così descritto la situazione…

«Conto sul vostro sentimento di responsabilità al di là di ogni momento di comprensibile frustrazione…Senza interferire nelle discussioni e nelle decisioni che hanno luogo al governo e in Parlamento», ha aggiunto Napolitano, «sento il dovere di riaffermare il rilievo prioritario che va attribuito, non solo a parole ma con i fatti, alla ricerca e all’alta formazione e dunque all’università.
Sono qui oggi ben consapevole che le tensioni sociali e politiche proprie di una fase complessa e critica dell’economia e della vita pubblica stanno attraversando l’Italia e l’Europa e hanno investito il sistema universitario e le sue problematiche per rivendicare mezzi finanziari adeguati a partire dai prossimi mesi…Aprirsi a misure di rigorosa razionalizzazione e qualificazione nell’impiego delle risorse con tutto quello che ciò comporta dal punto di vista del governo dell’università così da elevarne efficienza e rendimento».

Continua a Leggere su 2Side