Archive

Archive for the ‘CineWeek-End’ Category

CineWeek-End (5 Marzo 2010): Alice in Wonderland vs Shutter Island

marzo 5, 2010 Lascia un commento

Questa settimana ha tenuto banco su tutti i media l’approdo al cinema di Alice in Wonderland con Jhonny Deppnel ruolo del Cappellaio Matto e regia di Tim Burton e ne abbiamo già ampiamente parlato qui!

Ma a far le scarpe a Jhonny Depp c’è anche il ritorno di un attore ampiamente amato, Leonardo Di Caprio, che arriva nelle sale con il thriller Shutter Island l’ultima fatica di Martin Scosese. Il film è ambientato nel 1954, all’apice della Guerra Fredda, il capo della polizia locale Teddy Daniels (Leonardo Di Caprio) e il suo nuovo partner Chuck Aule (Mark Ruffalo) vengono convocati a Shutter Island per indagare sull’inverosimile scomparsa di una pluriomicida che sarebbe riuscita a fuggire da una cella blindata dell’impenetrabile ospedale di Ashecliffe. Il luogo terrificante, metterà in discussione il nostro investigatore tirando fuori tutte le sue paure nascoste, mentre la verità con ritmo eccellente si paleserà a glio occhi in maniera mostrosa. Un film al cardiopalma. Trailer Shutter Island

Ecco gli altri film in sala…

CineWeek-End1(5 Febbraio 2010): Il concerto, Attività Paranormali,An Education.

febbraio 5, 2010 2 commenti

Parte oggi una nuova rubrica di SecondSide che vi propone le uscite più interessanti del Week-End cinematografico. Oggi ne ho scelti tre, Il Concerto, Attività Paranormali, An Education.

IL CONCERTO – Diretto dal regista rumeno di Train de Vie è un sapiente gioco tra commedia e dramma. All’epoca di Brežnev, Andreï Filipov è il più grande direttore d’orchestra dell’Unione Sovietica e dirige la celebre Orchestra del teatroBol’šoj, ma viene licenziato all’apice della gloria quando si rifiuta di separarsi dai suoi musicisti ebrei, tra cui il suo migliore amico Sacha. Trent’anni dopo lavora ancora al Bol’šoj, ma come uomo delle pulizie. Una sera Andreï si trattiene fino a tardi, per tirare a lustro l’ufficio del direttore, e trova casualmente un fax indirizzato alla direzione del Bol’šoj: è del Théâtre du Châtelet, che invita l’orchestra ufficiale a suonare a Parigi. All’improvviso, Andreï ha un’idea folle: riunire i suoi vecchi amici musicisti, che come lui vivono facendo umili lavori, e portarli a Parigi, spacciandoli per l’orchestra del Bol’šoj. È l’occasione tanto attesa da tutti di potersi finalmente prendere una rivalsa.
Tra le protagoniste ritroviamo anche la Shosanna (Melanie Laurent) di Bastardi senza gloria!

ATTIVITA’ PARANORMALI – E’ il film horror più discusso del momento, un film da 15 mila dollari che ha sbancato i botteghini Americani, agghiacciando gli Stati Uniti. Se i soldi son stati pochi, grande è stata l’intuizione del regista in erba Oren Peli, insieme a suoi due amici che si sono prestati come attori, la location la sua abitazione e tempi di produzione solo 10 giorni; osannato dalla critica per lo sforzo fatto, per molti è anche un vero capolavoro, il marchio di qualità è stato siglato dallo stesso Steven Spilberg il quale si è interessato alla produzione del film, cosa volete di più!

AN EDUCATION – L’ultimo lavoro della regista danese Lone Scherfig con la sceneggiatura di Nick Hornby, scrittore cult ( Alta Fedeltà) di questi anni. In lista per diversi Oscar ( Miglior Film, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attrice), presenta lo straordinario debutto della giovane Carey Mulligan.
Twickenham 1961, periferia di Londra. La sedicenne Jenny Miller è una bella e deligente studentessa orientata verso studi all’università di Oxford. La ragazza sogna la vita eccitante e bohemien di Parigi, ma per ora deve accontentarsi di sognarla chiusa nella sua cameretta intonando le canzoni di Juliette Gréco, la sua cantante preferita. Un giorno, Jenny incontra l’affascinante trentenne David, che oltre farla innamorare la introduce nella bella vita londinese che ha sempre desiderato, trascurando gli studi e aumentando la sua impazienza di diventare adulta. David oltre ad aver conquistato Jenny, riesce a farsi ben volere dai conservatori genitori di lei, che accettano il loro rapporto nonostante la differenza d’età. La sofisticata vita che le fa vivere David, porta finalmente Jenny nella sua amata Parigi, tra concerti jazz e serate mondane, ma una scioccante verità su David sconvolge i suoi equilibri, mettendola di fronte a delle scelte.