Home > First Side, Società > Eluana e una non-scelta!Per la libertà!

Eluana e una non-scelta!Per la libertà!

eluana-englaroQuesto post diviene in primo luogo la necessità di prendersi  un po’ più sul serio, cioé, la volontà di riflettere su ciò che accade al di fuori del tubo catodico, che tanto ci piace ma che non è la realtà; e in un periodo come il nostro non si può chiudere lo sguardo alla realtà!

Ha monopolizzato la cronaca, tante prefiche a compiangerne la sua imminente morte, fin troppo rimandata o fin troppo sparlata, che, se cosciente, sarebbe lei a mettere la parola fine. Contro le prefiche si innalzano le urla ammonitrici dei più progressisti, delle frange che non ci stanno ad essere dominati da una dottrina che disconoscono- quella cattolica- o da un Dio che non professano. Così quel corpo inerme è divenuto il santino delle idee di ciascuno, arma di una lotta che in definitiva avrà sicuramente un vinto e un vincitore, ma entrambi sicuramente dimentichi del punto di partenza della questione, una donna che da 17 anni vive in funzione di una macchina, di cui ne è divenuta parte stessa. Considerate se questa è una donna?

Chi scrive ha sempre difeso la libertà di scegliere,e pur credendo in Dio, la vita può anche divenir così orrenda da tirarsene fuori decidendo che quello che si stia vivendo non sia più la nostra vita; ben mi sta un Welby che dichiara la sua volontà di morire e non ci sia nessun policante, nessun opinionista, nessun Papa e nessun Dio che lo blocchi, come, infatti, nessuno blocca colui che preme il grilletto con la canna della pistola che scava la tempia, oppure la lama che incide la vena; lui non dovrebbe avere la possibilità di uccidersi solo perché non può farlo: è ingiusto!

piergiorgio_welbyNe parlavo ieri con mio padre e le certezze sono ad un certo punto crollate: Welby aveva detto espressamente ancora istanti prima di morire: IO VOGLIO MORIRE! Eluana NO!. Chi può decidere quindi se sia giusto o meno fermare la somministrazione di cibo?  Nessun policante, nessun opinionista, nessun Papa e nessun Dio -coloro che hanno la presunzione di parlare con Dio-, quindi smettetela con le tante trasmissioni dai tanti opinionisti di così scarso valore, smettetela di sproloquiare sulla vita altrui, basta pregare al di fuori dell’Ospedale, non imponete il vostro sentire. Lasciate a quella ragazza l’onore della morte, la possibilità di andar via nel silenzio, e piuttosto scavate nelle vostre coscienze. Io ho scavato e ho scoperto che nemmeno un padre può avere il diritto di scegliere della vita o della morte dei propri figli, che non sia un Conte Ugolino moderno. Chi può scegliere? Per me nessuno…

Questa vicenda rappresenta l’errore delle istituzioni! Che sentano adesso l’esigenza di formulare uno straccio di legge che tuteli la libertà di decidere della propria vita o, ancor più difficile, della propria morte. Che nessuno decida della vita altrui, ancor più che nessuno limiti la libertà altrui, anche quando questa sia circuita dall’impossibilità di scegliere per sè!

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: