Home > First Side, Politica, Società > La ricetta giusta per migliorare la razza.

La ricetta giusta per migliorare la razza.

La questione che ha accesso il governo, la Chiesa e la testata “Famiglia Cristiana” è solo l’ultimo sintomo di ciò che si sta palesando sempre più in Italia: il farsi avanti di una fazione “popolare” (con l’accezione più negativa che il termine possa avere) con idee fortemente integraliste, che si possa chiamare neo-fascismo oppure modernizzato, lascio scegliere a voi come; difatti termini come “razza” e “normalità”, sembrano sempre più sdoganati, in modo preoccupante.

Sveglia, non proprio a prima mattina, spesso mi capita di seguire le battute iniziali di “Cominciamo bene estate” ( lo so forse è un po’ da vecchi ma…). Oggi si parla di matrimoni misti; credo sinceramente che spesso l’amore non sia li ad ardere tra un anziano signore e una giovane badante, ma non generalizzo (l’assurdo non è sempre impossibile), quindi è ovvio che molto sia mosso dagli interessi e poco altro dai sentimenti. Ma come si possono decifrare i sentimenti di noi uomini? Di italiani furbi c’è ne sono ( basti pensare a tutti gli evasori), come ci saranno furbi albanesi, rumeni e di tutti i paesi del mondo, ma questa voglia di generalizzare mi irrita, come se tutti gli Italiani fossero portatori sani di illegalità, mentre il resto del mondo (in particolar modo Est-Europa, Balcani e Africa) fossero vasi di Pandora, fucine di tutti i mali.

Noi, qui in Italia abbiamo leggi, costumi e tradizioni che è  giusto che siano preservati, senza dimenticare però il rispetto per chi crede diversamente da noi, è giusto che l’immigrazione sia controllatta e possibilmente arginata come fenomeno, ma tutto nel rispetto dei diritti e doveri verso la dignità dell’uomo che esula da quasiasi vincolo nazionale, perché riconosciuti universalmente.

Gli attacchi ai campi rom, un intera campagna politica attivata contro il rumeno=delinquente stanno ad indicare che qualcosa non va, oggi poi si è toccatto il fondo, nella trasmissione di Mirabella: il sindaco di Caravaggio ha concluso dopo aver vietato granparte delle unioni miste, “La nostra non è  una forma di razzismo, anzi noi saremmo anche contenti per le unioni miste perché ne migliorerebbero la razza“… commenti ulteriori non ci sono…del resto perché no, potremmo avere qualche chance in più alle olimpiadi 2012 con qualche goccia di sangue africano nel DNA italiano, (vedrai che salti, vedrai che corse), non è vero sig. Giuseppe Prevedini.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: