Home > First Side, News, Politica, Società > L’uccisione di Michele Orsi e l’ipocrisia di Chiaiano.

L’uccisione di Michele Orsi e l’ipocrisia di Chiaiano.

Mentre scrivo si sta svolgendo a pochi chilometri di distanza il corteo di Chiaiano organizzato contro l’innesto di nuove discariche sul territorio napoletano. Inoltre, scrivo quest articolo a distanza di un ora circa dalla diffusione della notizia della morte di Michele Orsi, pentito, ucciso dopo aver fatto delle dichiarazioni circa il “sistema” e i suoi legami con il traffico della spazzatura, lo stesso traffico che ha sapientemente raccontato Roberto Saviano nel suo libro, “Gomorra”, quel Saviano che tornato da Cannes, elogiato dalla critica, ora si trova sfrattato dal suo paese natale, perché lo ha descritto nella sua crudezza, cercando di poter smuovere qualcosa…illudendosi di poter smuovere qualcosa.

Sono d’accordo con chi non vuole una discarica sottocasa – è vero anche che comunque da qualche parte devono essere pur collocate-, sono d’accordo con chi dice che dietro il problema dei rifiuti ci sono state inadempienze politiche – dico anche che tutti conosciamo la situazione non facile napoletana, tutti dovrebbero sapere che per essere sindaco di Napoli bisogna avere due palle come Saturno e Giove, che si lasciata la possibilità di poter amministare a chi ha veramente le capacità per farlo-, sono concorde con chi si sente escluso, non ascoltato, vittima sacrificale.

Ma è veramente giusto prendersela solo con la politica, con le forze di polizia che vogliono garantire soltanto un po’ d’ordine? O per caso c’è un potere più forte, che fa più comodo non citare che, invece, è sporco e puzza di immondizia più di tutta la politica messa insieme- non che questo voglia dire che in parlamento si respiri solo Chanel n°5-?

Napoli non vuole fare i conti con la Camorra, più di quanto non vogliano farli Palermo o Reggio, Napoli si ostina a non voler vedere, a chiudere gli occhi e forse è anche un bene tutta questa spazzatura per le strade perché la citta del sole senza di essa potrebbe palesarsi più sporca di quella che è.

A Chiaiano scendete in piazza armati di cartelloni anti-camorra e portate in mano invece della Costituzione o della Bibbia, Gomorra…il libro di quel vero napoletano che ha tanto amato Napoli da scrivere un libro nella speranza che qualcosa potesse cambiare…qualcosa è cambiato, tranne che a Napoli.

Non fate della marcia su Chiaiano, la marcia dell’ipocrisia!

  1. giugno 3, 2008 alle 11:21 pm

    Molti avranno tirato un sospiro di sollievo e ringraziato. A Casal di Principe caroselli di auto hanno festeggiato l’avvenimento. Niente scorta. Abbandonato. Chi tocca la politica o muore o viene disattivato con altri mezzi: avocazioni, trasferimenti, delegittimazioni. Per sorvegliare i pacifici cittadini di Chiaiano si impiegano centinaia di poliziotti. Per proteggere la monnezza si mobilita l’esercito. I testimoni di giustizia si lasciano ammazzare.

    http://WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

  2. pier90
    giugno 4, 2008 alle 1:02 am

    Freesud…
    sai cosa mi piace del tuo commento, il tuo nick…Freesud!!!

    anche io ho sempre sognato un sud finalmente libero, e non dico libero dalla mafia, dalla camorra o dalla andrangheta…mi basterebbe un sud libero dagli steriotipi, dall’omertà, dal menefreghismo, dal continuo sconforto dell’essere del sud, da tutti coloro che non fanno i loro lavoro nel modo più corretto, libero dall’ignoranza…e poi anche la mafia, la camorra non sarebbero più un problema

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: